Fiorini

Storia Cantina

Rispetto per i tempi e i frutti della natura.
Etica nel saper dare valore al lavoro dell’uomo.
Cultura come sapiente esperienza.

Biancame, verdicchio, sangiovese, montepulciano e cabernet sauvignon sono i poderi che la famiglia Fiorini coltiva da oltre mezzo secolo su 45 ettari di terreno a Barchi, nelle Marche, e che portano ancora oggi il nome dei loro antichi mezzadri.

Tra questi, oltre due ettari sono dedicati al Sangiovese ad acino grosso, utilizzando le vigne più antiche come base per le Riserve. Ben 32 ettari sono dedicati al Bianchello, rispettandone la tipicità ma provando sempre nuovi metodi di vinificazione, scoprendo quanto ancora rimasto inespresso in questo vitigno.

Tutte le varietà selezionate sono autoctone, per non forzare la loro naturale affinità col territorio. La cura per la propria terra come principio etico, e non di marketing, e alla base di questa scelta, oggi confermata dal passaggio a una completa conduzione biologica.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy